EnglishΕλληνικάΕspañolčeštinaDeutschItalianoNederlandsSlovenščina

Luisa Franchina

Franchina Luisa è un ingegnere elettronico, ha lavorato nella pubblica amministrazione con ruoli di leadership ed ora è una imprenditrice.

Su di me


NOME: Luisa Franchina

NAZIONE: Italia

CITTA': Roma

NATIONALITA':  Italiana

BACKGROUND: PhD

AZIONE/SETTORE: Scienze, salute, ricerca e teconologia

POSIZIONE: Coordinatore in Ufficio di protezione delle infrastrutture critiche della Presidenza del Consiglio dal 2010 al 2013.

ORGANIZZAZIONE: Presidenza del Consiglio

 

Il mio Background e la mia Carriera

Sono un ingegnere elettronico e una imprenditrice.
Ho scelto di diventare un ingegnere per essere in grado di comunicare con mio padre, anche lui ingegnere. Pensavo che solo gli ingegneri fossero in grado di capire il mondo.
Mia madre è stata la prima donna a diventare Prefetto in Italia ed è per questo che inizialmente mi sono rifiutata di lavorare nella Pubblica Amministrazione: volevo evitare il confronto con lei. Alla fine però ho lavorato proprio nella Pubblica Amministrazione e per me è stata un'esperienza meravigliosa .
Mi sono laureata in Ingegneria presso l'Università La Sapienza di Roma nel 1992. Ho lavorato come ricercatore per 10 anni, ho conseguito il dottorato di ricerca e ho svolto un post-dottorato.

 

La mia esperienza

Nel 2003, sono stata nominata Direttore Generale presso il Ministero delle Comunicazioni, svolgendo un ruolo tecnico. Ho diretto l'Istituto Nazionale delle Comunicazioni fino al 2006. Successivamente, pressoil Dipartimento Nazionale di Protezione Civile afferente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ho coordinato il team CBNR, che si occupava delle risposta contro gli attacchi chimici, biologici, nucleari e gli attacchi radioattivi. Ho coordinato l'Ufficio per la protezione delle infrastrutture critiche negli anni 2010-2013.
Attualmente sono una imprenditrice; ho avviato una mia azienda che fornisce servizi e consulenza nel campo della gestione del rischio.
Durante la mia carriera mi sono resa conto che alcuni uomini semplicemente non accettano che una donna possa essere un leader o un "capo". Non ci considerano affatto. Sono amichevoli, ma non "vedono" la posizione, solo l'aspetto esteriore, questo accade soprattutto con gli uomini over 50, in Italia e all'estero.
Al giorno d'oggi, la stragrande maggioranza degli uomini ha metabolizzato l'ingresso delle donne nel mercato del lavoro, ad eccezione di alcune sacche di resistenza, presenti sopratutto nella Pubblica Amministrazione. Tuttavia le principali difficoltà che ho incontrato sono con le donne stesse: le donne possono essere patologicamente ambiziose e, purtroppo, terribilmente invidiose.

 

 

Le mie abilità

Durante la mia carriera sono stato in grado di affrontare ostacoli e sfide grazie ad alcune competenze che ritengo essenziali. In primo luogo bisogna saper essere autorevoli. Ho sviluppato questa competenza attraverso lo studio costante, cercando di essere sempre molto preparata sul mio lavoro. La seconda  competenza è il sapere essere umili, che mi ha spinto a non smettere mai di imparare.

 

Consigli e suggerimenti

Raccomando a tutte le donne di non scoraggiarsi, di continuare a  impegnarsi nel loro lavoro e di stabilire obiettivi precisi da raggiungere.

 

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

Per accettare o rifiutare i cookies su questo sito, clicca su uno dei link seguenti